Volontariato giovanile in formato “smart”

72h con le maniche in su: volontariato giovane in formato “smart”

A seguito delle prime due edizioni del progetto, organizzato da noi ragazzi del gruppo PROVE DI UN MONDO NUOVO, abbiamo deciso di proporre la terza edizione delle “72H CON LE MANICHE IN SU”, che si terrà dalle 17.00 del 31 ottobre 2013 alle 17.00 del 3 novembre 2013 per giovani dai 16 ai 30 anni.

A spronarci nel prendere questa decisione  sta la convinzione che il formato smart delle nostre iniziative sia la chiave vincente per offrire occasioni e opportunità al mondo giovanile. In quest’ottica il progetto mira ad avvicinare al volontariato,  proponendo un impegno limitato nel tempo (solo 72h) ma al contempo un impegno di una durata considerevole (addirittura 72h continuative!), cosìcchè i partecipanti percepiscano effettivamente lo spirito del luogo in cui vanno ad operare. Quello che andranno a vivere è un “appuntamento al buio”, e questa curiosità mantiene alte le aspettative e l’interesse dei partecipanti, a cui viene chiesto di fidarsi ciecamente di noi organizzatori e di mettersi in gioco senza compromessi.

Il progetto quindi si rivolge ai giovani in quanto giovani, con i propri sogni, desideri e contraddizioni. Non si rivolge a giovani in quanto appartenenti ad associazioni, o a soggetti con una scelta educativa o di fede, ma a ciascuno con la propria sensibilità. Questo per noi organizzatori comporta la promozione dell’iniziativa in ogni luogo aggregativo, a partire dalle scuole per arrivare al web, passando attraverso gli eventi formali o informali dove ci possano essere giovani dai 16 ai 30 anni. Vuole anche essere un’opportunità che non trova ostacoli nelle condizioni economiche, in quanto la partecipazione è gratuita e sono forniti sia il vitto che l’alloggio.

Il formato smart comincia a prendere forma a partire dal nostro gruppo, un aggregato variabile di giovani provenienti da diverse realtà geografiche ed educative, con l’obiettivo di dare opportunità senza impegni onerosi e costanti, ma legati alla disponibilità di ciascun soggetto. Alle spalle c’è la convinzione che non conta tanto l’impegno spasmodico di pochi, ma il contributo personale di tutti.

A partire dalle 72h, con gli stessi obiettivi, sono nate altre iniziative rivolte allo stesso target. È stato quindi proposto il BLS, corso di primo soccorso, che ha coinvolto oltre 70 giovani; stanno nascendo, grazie alla collaborazione con alcune associazioni, un progetto di video making, un progetto di mobilità internazionale per studenti universitari, e altre idee che stanno prendendo forma giorno dopo giorno. Questo per noi significa anche sfruttare maggiormente le opportunità di comunicazione offerte dal web.

 

I risultati delle prime due edizioni

La prima edizione è stata promossa da 13 enti promotori, e ha portato alla realizzazione di 13 progetti da parte di 98 giovani. La seconda edizione ha coinvolto invece 16 enti promotori, e ha portato 197 giovani a realizzare 26 progetti sparsi in tutto il territorio dei comuni della diocesi.

La terza edizione vede il coinvolgimento di nuovi soggetti promotori, estendendo l’ambito di operatività dell’iniziativa e la possibilità di coinvolgere nuovi giovani e nuovi enti.

Tra i soggetti partecipanti alle prime edizioni, alcuni hanno deciso spontaneamente di ritornare nelle strutture dove hanno svolto il progetto e di prestare stabilmente servizio lì, altri hanno deciso di entrare a far parte del gruppo organizzativo per offrire a nuovi giovani le stesse opportunità che hanno ricevuto.