Chi siamo e che cosa facciamo

Il gruppo di “Prove”

Noi di “Prove di un Mondo Nuovo” siamo un gruppo di giovani nato con il progetto “72h con le maniche in su”.

Il nostro obbiettivo è avvicinare altri giovani come noi al mondo del volontariato: le “72h” vogliono infatti offrire l’occasione di mettere in gioco se stessi e le proprie capacità per un periodo di tempo sufficientemente ampio da consentire di creare un contatto pratico ed esperienziale con realtà spesso poco conosciute. Questo è il nostro progetto trainante, ispirato ad un’iniziativa attuata dalla Caritas di Bolzano-Bressanone e da quella di Trento. Non è però l’unico! Stiamo lavorando anche ad altri progetti, sempre sulla stessa lunghezza d’onda e con lo stesso obiettivo di diffusione dello spirito di servizio e di condivisione.

L’elemento che mette in moto le nostre idee e consente di realizzare le nostre proposte è l’aver fatto delle nostre diversità un punto di forza. Ognuno di noi proviene infatti da realtà differenti e, portando la propria esperienza di vita e le proprie idee, rende vivo il confronto interno al gruppo e potenzialmente interessanti i progetti che vi nascono. Siamo, insomma, un gruppo di giovani normali, impegnati nello studio o nel lavoro, che si propongono di incontrare e coinvolgere altri ragazzi come noi, per condividere esperienze umanamente forti e costruttive.


La nostra struttura organizzativa

Per meglio capire come riusciamo a realizzare questa iniziativa, diamo una breve panoramica di come ci siamo organizzati. Dopo anni in cui abbiamo contato sull’appoggio di Caritas Veneziana e dei vari enti e promotori che ci hanno sostenuto – benché fossimo un gruppo sostanzialmente informale di giovani – di recente ci siamo affiliati a “Buon Samaritano Onlus”, spinti dalla convinzione di poter ampliare la nostra offerta al più alto numero possibile di giovani sul territorio. Dopo aver individuato sette specifici ambiti in cui andiamo a operare, ossia ambiente, anziani, disabilità, immigrazione, minori, ex-tossicodipendenza e senza dimora, a causa della crescita che abbiamo avuto col passare delle edizioni, abbiamo scelto di assumere una struttura “piramidale” (legata alle disponibilità dei singoli membri di anno in anno) in modo da gestire al meglio le varie incombenze e necessità legate alla realizzazione delle “72h”. Partendo dal vertice, abbiamo identificato le seguenti figure:

  1. ORGANIZZATORI: sono coloro cui spetta l’organizzazione generale dell’iniziativa, responsabili del coordinamento delle varie parti e degli aspetti relativi alla comunicazione.
  2. COORDINATORI: sono i responsabili di uno specifico ambito, sono a conoscenza degli aspetti generali di ogni progetto della loro area.
  3. REFERENTI: sono gli attuatori del singolo progetto e lo conoscono nel dettaglio, accompagnano i partecipanti nel corso delle “72h”, facendo loro da guida e vivendo con loro per tutta la durata dell’iniziativa.

Ogni referente fa riferimento a uno o più coordinatori del proprio ambito nel corso della definizione del proprio progetto durante il periodo di preparazione; i coordinatori, poi, rendono conto agli organizzatori, i quali tengono il quadro generale. Quasi sempre, sia organizzatori che coordinatori, durante le “72h”, saranno i referenti di un loro progetto presso un ente.

Ricordiamo che noi di “Prove di un Mondo Nuovo” siamo puramente dei volontari, tutti studenti o lavoratori (comunque maggiorenni tra i 18 e 30 anni) e che, come tali, ci dedichiamo a quest’impegno secondo le nostre possibilità. La maniera più intelligente e pratica per contattarci è tramite e-mail o, una volta che sarà noto un contatto personale con il singolo soggetto, secondo le modalità concordate individualmente.